Oscar Training Center, un lavoro corale: parola ai nostri esperti

Ott 22, 2020Campionato

In un team di corse e di lavoro, come in qualsiasi ingranaggio perfetto, tutti gli elementi devono funzionare al meglio per arrivare al risultato finale, proprio come l’Oscar Training Center.

Continua il nostro avvicinamento al grande inizio di questo progetto by Oscar Team, pronto ad aiutare, gestire e far crescere i nuovi talenti del motociclismo. Dopo aver sentito il parere del team Manager, Domenico Cecchini, e dopo aver interpellato i piloti come Omar Bonoli e Kim Aloisi, è il turno del nostro preparatore atletico ed esperto, Umberto Litterio.

Insieme a Umberto abbiamo scoperto in parte come si costruisce un programma ad hoc e cosa vuol dire seguirlo alla perfezione, grazie al suo aiuto e a quello di tutti i componenti del nostro team, utile per arrivare ai risultati che, ovviamente, ci siamo posti come obiettivo principale.

– Come si costruisce un programma di training come quello by Oscar Performance?

«Per prima cosa colgo l’occasione di presentarmi. Mi chiamo Umberto Litterio, diplomato ISEF, laurea in scienze motorie, laurea specialistica LM 76, massoterapista e ovviamente preparatore atletico del Team Oscar Performance.
Costruire un programma di allenamento non è mai cosa semplice per nessun tipo di sport, soprattutto nel motosport dove il grado di pericolosità è molto elevato. Una preparazione adeguata richiede la cura di ogni singolo dettaglio, per il raggiungimento della migliore prestazione ma allo stesso tempo, il rispetto più assoluto della salute soprattutto se si lavora con ragazzi di fasce di età delicate. Il protocollo di lavoro viene sviluppato tenendo in considerazione vari fattori: la categoria, l’età, le disponibilità dell’atleta, periodo dell’anno, ecc. La sommatoria di tutti questi fattori è indispensabile per costruire un protocollo personalizzato, come un sarto che cuce un abito su misura!»

– Quanto pensi che sia importante e formativo per tutti i piloti di qualsiasi categoria?
«Chiunque scelga di praticare questo sport viene definito pilota e come tale è un vero e proprio atleta. Il livello, oggi, è molto alto e sin dalle categorie più basse si richiede un’ottima performance e per tanto allenarsi è fondamentale. Ci sono moto sempre più performanti che richiedono caratteristiche peculiari e solo grazie ad un allenamento specifico (in moto) e generale (in palestra) si possono ottenere risultati di spessore».

– Quali sono i punti focali sui quali un pilota dovrebbe concentrarsi sia preparando una gara che nell’allenamento di mantenimento fuori dalla stagione?

«Tendenzialmente la preparazione fisica ha un inizio (giorno in cui si decide di intraprendere questo sport), ma non ha mai una fine. Sicuramente posso affermare che in base al periodo dell’anno, l’allenamento può essere più o meno intenso, a seconda se ci si trova in prossimità di gare, oppure in periodi invernali, lontani dalle competizioni dove ci si può concentrare di più sullo sviluppo della forza. Personalmente mi piace lavorare a 360 gradi, sviluppare costantemente tutti gli aspetti… forza, velocità, resistenza, equilibrio, reattività, istinto. Usiamo strumenti specifici e all’avanguardia per ottenere risultati e divertimento.

Concludo dicendo che se si vogliono ottenere dei risultati, bisogna allenarsi con costanza, con metodo e dedizione, affidandosi a professionisti. Grazie alla metodologia applicata dal team di professionisti che mette a disposizione Oscar Performace, oggi ottenere risultati è possibile».

Ricordiamo che sarà possibile inoltre sperimentare un weekend di prova dove il pilota in questione avrà un assaggio dei servizi disponibili e accordare preventivi e pacchetti su misura in base a specifiche esigenze.

Per informazioni contattare Domenico Cecchini:

Telefono. 346/7384542

Email. cecchinidomenico@libero.it/motocluboscarteam@gmail.com

 

Seguite i profili social: